chirurgia_del_piede_surgery_bufalini_firenze_1
La chirurgia del piede si presta molto ad essere eseguita in Day Surgery ed in anestesia periferica. Riguarda principalmente: alluce valgo, alluce rigido, dito a martello, neuroma di Morton, metatarsalgia, piede piatto infantile.


Descrizione di alcuni interventi

Alluce valgo
Si tratta di una deformità abbastanza frequente specialmente nel sesso femminile nell’età di mezzo, nella quale l’alluce devia verso le altre dita del piede e forma sul versante mediale una protuberanza ossea (la cosidetta patata) spesso dolente e infiammata.
La correzione chirurgia è utilizzata per togliere il dolore, non solo per ragioni estetiche.
Esistono diverse tipologie d’interventi che si applicano ai diversi gradi di deformità dell’alluce valgo. La deambulazione protetta da un bendaggio semirigido e in una scarpa tagliata può riprendere dopo pochi giorni. La guarigione completa può richiedere due mesi.

Alluce rigido
E’ causato da artrosi dell’articolazione alla base dell’alluce; provoca dolore e lieve zoppia; non si può più camminare in punta di piedi. Nelle forme ancora iniziali si può risolvere il problema con un’ operazione di resezione parziale della testa del metatarso. Nelle forme avanzate occorre ricorrere alla protesi o alla artrodesi (irrigidimento dell’articolazione).

Dito a martello
Consiste in una deformità “ad uncino” di un dito del piede, generalmente il 2° dito. Causa callosità dolorose sia sul dorso che all’apice del dito. La deformità viene corretta chirurgicamente con un artrodesi che raddrizza il dito.

Neuroma di Morton
Consiste in una sindrome dolorosa che colpisce l’avampiede. E’ caratterizzata da dolore che dalle dita del piede risale lungo la gamba; il dolore insorge quando si cammina specialmente con scarpe strette, mentre è assente durante il riposo notturno. E’ più frequente nelle donne di media età: E’ causata dalla compressione di un nervo digitale tra due metatarsi. L’operazione consiste nella asportazione del nervo compresso attraverso una piccola incisione sul dorso dell’avampiede in anestesia locale. Si può riprendere a camminare con un pò di prudenza il giorno successivo all’intervento.